La Red Soffusion nei Pappagalli

La Red Soffusion nei Pappagalli

È una malattia che spesso viene confusa con una “mutazione” infatti può sembrare rarissima agli occhi dei neofiti, ed è successo che molti commercianti “furbi” hanno fatto pagare pappagalli malati di “red soffusion” come mutazione pregiata a molti euro, truffando povera gente.
Questa malattia colpisce molti pappagalli, in particolare cenerini ed Agapornis. Si manifesta inizialmente con piccole macchie rossastre sul piumaggio, con il tempo queste macchie si estendono, colorando intere piume, e l’intero piumaggio, nei casi più gravi.

Le cause, ancora sconosciute e fonte di dibattito, possono essere sintetizzate in 5 punti:

  • Malnutrizione, carenza di vitamine, alimentazione poco curata e troppo scarsa
  • Fegato sotto sforzo a causa di un’alimentazione totalmente errata e sbilanciata
  • Problemi legati alla genetica del pappagallo, che inibisce l’assorbimento di alcune sostanze
  • Gabbia piccola, poco esposta alla luce, con dieta troppo grassa
  • Accoppiamenti in consanguineità che indeboliscono la genetica dei pappagalli rendendoli fragili

La red soffusion è un argomento molto dibattuto tra allevatori, la causa comune che tutti attribuiscono a questa malattia è l’alimentazione con troppo girasole, che appesantisce l’animale, causando problemi al fegato che sotto sforzo, provoca questa malattia.  Alcuni pensano addirittura che si tratti davvero di una mutazione, perché alcuni cenerini hanno “fissato” questo colore senza morire, generando prole “rossa” sana… Tuttavia sconsiglio l’acquisto di soggetti con macchie rosse, e ribadisco di controllare bene gli animali che si acquistano. Questa malattia molto spesso è letale se non curata tempestivamente, infatti consiglio di contattare subito un veterinario aviario alla comparsa delle prime macchie rosse, in quanto con l’evolversi della malattia, diminuisce notevolmente la possibilità di salvare il pappagallo. Il veterinario provvederà ad una analisi generale dell’esemplare, un cambio di dieta, ed un medicinale per purificare/disintossicare il fegato. E’ consigliabile inoltre, in attesa della visita veterinaria, di togliere tutti gli alimenti grassi dalla gabbia del pappagallo (biscotti al miele, pastoncino, semi di girasole). Questa malattia (o mutazione?) è ancora sconosciuta, pertanto rinnovo l’invito di contattare un veterinario aviario che valuterà come curare nel migliore dei modi il vostro pappagallo.

 

Fonte: iltrespolo.com

Condividi su Facebook

Autore dell'articolo: Mondo Inseparabili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *